Piste ciclabili: la stagione delle corsie preferenziali per bici, da realizzare in condizioni impossibili sembra tramontata ma i danni provocati da quelle non smantellate sono evidenti. Carreggiate ristrette, difficoltà per automobilisti e per gli stessi amanti delle due ruote, senza considerare il disagio per i pedoni che, in molti casi, si sono visti restringere lo spazio sui marciapiedi. Uno degli scempi più macroscopici, è la corsia riservata nella già congestionata e strettissima via Pineta Sacchetti, dove le ambulanze dirette al policlinico Gemelli affrontano quotidianamente non poche difficoltà per districarsi nel traffico. Sul tema si è espresso il consigliere regionale del Lazio Daniele Giannini che chiama in causa la giunta Gualtieri: “Ė passato oltre un anno dall’insediamento della giunta Gualtieri è ora che Roma Capitale affronti il nodo della disgraziata ciclabile Gemelli-Battistini, una pista sempre deserta, concepita male, pericolosa e grande ostacolo al traffico veicolare che, in quel tratto di via della Pineta Sacchetti, è sempre in tilt”, dichiara l’esponente della Lega che chiama in causa l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè che ”In campagna elettorale aveva promesso di interessarsi della questione, una delle peggiori eredità dell’era Raggi, ma anche qui siamo a un altro nulla di fatto”. E infatti la ciclabile staziona vuota in mezzo alla carreggiata, occupando spazio prezioso per le ambulanze dirette al policlinico Gemelli, costrette a transitare tra le code di auto incolonnate, causando potenziali pericolosi ritardi, come rileva Giannini. “Se non dovesse arrivare attenzione da parte del Campidoglio nei confronti di questa criticità, molto presto scenderemo in piazza, sul posto per manifestare al fianco dei residenti, dei comitati di quartiere e dei lavoratori esasperati”, conclude il consigliere.

 

Commenti Facebook:

Commenti