Home » Archive

Articles tagged with: prevenzione

regione »

[18 Set 2017 | No Comment | ]
Centocelle, la prevenzione in piazza

Associazioni di volontariato promuovono una giornata di controlli e consigli sanitari ai cittadini
Controlli dermatologici da parte di specialisti del San Gallicano e una particolare attenzione all’uso del defibrillatore nei luoghi ad alta frequentazione. Questo il positivo bilancio della “Giornata della prevenzione”, promossa in piazza dei Mirti dall’associazione “Planet onlus” a cui hanno aderito “La rete di tutti”, “Taxi Roma Capitale”, e la Fimmg, Federazione dei medici di famiglia. “Un evento molto apprezzato dai cittadini, interessati alla salvaguardia della propria salute”, hanno dichiarato Fabrizio Santori (nella foto), consigliere regionale e Francesco …

in primo piano »

[18 Set 2017 | No Comment | ]
Salute e migranti, test allo sbarco

A Catania parte “Diagnosi allo sbarco” per contrastare Tbc e altre infezioni all’arrivo in porto
 
Migranti, la Sicilia presenta un modello di assistenza sanitaria da esportare in tutta Italia. Si chiama “Diagnosi in banchina” il progetto pilota messo in atto grazie a due anni di ricerche e monitoraggi promossi dall’azienda ospedaliera Garibaldi di Catania, frutto della collaborazione tra specialisti e istituzioni. “Il fenomeno crescente degli eventi migratori – spiega Giorgio Santonocito, direttore generale del Garibaldi – ha comportato inevitabili conseguenze sul piano sanitario. In tali casi, la tempistica della diagnosi delle …

in primo piano »

[22 Mag 2017 | No Comment | ]
Incendi in ospedale: la prevenzione è scarsa

Poche le strutture in possesso del certificato. Un decreto del 2015 detta norme rigide
Prevenzione incendi: norme stringenti misure insufficienti. Numerosi sono gli episodi di combustione verificatisi nei nosocomi romani e del Lazio, in tutta Italia in media sono 100 l’anno. Le scarse risorse economiche non consentono la completa applicazione del decreto ministeriale del 2015 che in fatto di prevenzione ha molto innovato. A Roma soltanto l’ospedale Pertini è in possesso del documento di messa a norma con tutti i crismi per cui ha investito 2 milioni 619mila euro, una cifra …

emergenza terremoto »

[5 Set 2016 | No Comment | ]
Anaao, un’ora di lavoro per le vittime del sisma

#sisma2016#dona1oradilavoro. Fondi dal sindacato dei medici ospedalieri ad uso sanitario
Saranno investiti in prevenzione e sicurezza i fondi devoluti dal sindacato dei medici ospedalieri Anaao Assomed, pari a un’ora di stipendio, per il consolidamento delle strutture ospedaliere secondo le norme antisismiche. Lo ha annunciato il segretario nazionale Costantino Troise, riferendosi a “un piano straordinario che metta in sicurezza gli ospedali”.

dalle aziende »

[22 Ago 2015 | No Comment | ]
Asl Roma F: apre a Capena il centro senologico. Salute e prevenzione per le donne

Sarà attivo dal 7 settembre l’ambulatorio senologico di Capena, presso il quale le donne del 4° distretto sanitario della Asl Roma F, di età compresa tra i 50 e i 69 anni potranno effettuare lo screening periodico previsto dall’azienda o avere un primo accesso. In caso di necessità si potrà inserire le assistite in un percorso di prevenzione e cura che vede in prima linea gli ospedali di Bracciano e Civitavecchia e l’azienda ospedaliera Sant’Andrea per i casi più complessi. All’ambulatorio si accede attraverso la prenotazione al Cup; le visite …

dalle aziende »

[15 Gen 2015 | No Comment | ]
Asl Rm F, prevenzione donna

Indagine pilota nel distretto F3 di Bracciano sul papilloma virus per la prevenzione del cancro del collo dell’utero (o della cervice uterina). Si tratta di un tumore legato a una infezione che vede una doppia opportunità di prevenzione: la vaccinazione, per le adolescenti e lo screening, destinato a donne tra i 25 e i 64 anni, due approcci integrati per il pieno controllo della malattia. La Asl Roma F, che da anni ha attivato la vaccinazione antipapilloma, propone ora lo screening secondo i protocolli più aggiornati che comportano il superamento …

dalle aziende »

[11 Nov 2014 | No Comment | ]
Carcinoma mammario: una speranza in più per le donne

Si chiama TAZ ed è un’oncoproteina candidata a nuovo potente biomarcatore predittivo dell’efficacia della chemioterapia pre-chirurgica per il carcinoma mammario. Lo dimostra uno studio firmato da ricercatori dell’Istituto Regina Elena e pubblicato di recente sulla rivista Oncotarget. La proteina agisce sulle cellule staminali tumorali proteggendole dalla chemioterapia. L’obiettivo è che diventi routine clinica, per la scelta della terapia, rilevare la presenza o meno del marcatore tumorale TAZ nelle donne con tumore della mammella HER2 positivo, in modo da poter effettuare una terapia preoperatoria solo nelle pazienti che ne possano beneficiare …

dalle aziende »

[17 Set 2014 | No Comment | ]
Sant’Andrea. Prevenzione del suicidio: affrontare il problema con tutte le fasce sociali

 
Anche quest’anno, la “Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio”, celebrata presso l’azienda ospedaliera Sant’Andrea con due giornate di studio, il 10 e 22 settembre, ha riscosso particolare interesse. Promosso dall’Associazione Internazionale per la Prevenzione del Suicidio l’evento gode del patrocinio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Quest’anno il tema proposto “La prevenzione del Suicidio: un Mondo Unito”, ha visto l’intervento di varie fasce della società: associazioni, comunità, ricercatori, clinici, medici di base, politici, volontari e cittadini comuni. Persone che hanno avuto modo di entrare in contatto con gli organizzatori e …

A parer mio »

[14 Lug 2014 | No Comment | ]

 
 
 
 
 
 
In questo numero:

Patto per la salute, meno vincoli per i virtuosi
Sanità Lazio, c’è il sì dei ministeri
Sanità, tra chiusure e progetti di rilancio
San Giovanni: tecnologia e calore umano.
E’ la nuova neonatologia
Regina Margherita, la sanità del territorio
Intolleraze, importante studio al Santa Maria Goretti
Aids, strategie per un’insidia mai passata

E tanti altri articoli ancora
CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF DEL GIORNALE

dalle aziende »

[9 Lug 2014 | No Comment | ]

Un soggetto affetto da malattia sessualmente trasmessa ha maggiore probabilità di contrarre un’infezione Hiv. È questo il dato più importante emerso da uno studio longitudinale durato 25 anni e condotto a Roma presso l’Istituto San Gallicano. La sifilide In particolare si è dimostrata capace di aumentare il rischio di infezione da HIV fino a oltre sette volte. Un aumento del rischio è stato dimostrato in misura minore, circa 2 volte, anche per la gonorrea. Alla luce di questi risultati da marzo di quest’anno, presso la Dermatologia Infettiva del San Gallicano, diretta …