Home » emergenza coronavirus

Scuole, Mattia: “il rientro penalizza i ragazzi disabili”

27 Settembre 2020 nessun commento

Rientro a scuola in tempo di Covid. “I piĂą penalizzati sono i ragazzi con disabilitĂ , che con l’emergenza che stiamo vivendo riscontrano le maggiori difficoltà”. Lo sostiene la consigliera regionale del Lazio Eleonora Mattia, presidente della commissione Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunitĂ  e diritto allo studio. “Se la scuola, in generale, sta ripartendo seppure condizionata da criticitĂ  – continua l’esponente del Partito democratico – per le nostre bambine e i bambini e le ragazze e i ragazzi diversamente abili, in queste particolari condizioni, non si riescono ancora a soddisfare le diverse e specifiche esigenze”. La consigliera si riferisce in particolare alla didattica a distanza, evidenziando le difficoltĂ  dei disabili a gestire il mezzo web. “Durante il lockdown non sono riusciti a comprendere che lo studio si celava dentro uno schermo, favorendo così un discrimine tra alunni di serie A e alunni di serie B, producendo diseguaglianze difficili da colmare”. Il tutto è riferito alla carenza di insegnanti di sostegno, la vera emergenza nell’emergenza. Sul tema si è espresso anche il presidente della Federazione per il superamento dell’handicap Vincenzo Falabella. “La scuola italiana risente di un problema atavico legato agli spazi e all’edilizia scolastica in generale, l’emergenza Covid li ha solo palesati”. Sulla stessa linea la consigliera Mattia insiste: “l’assegnazione delle cattedre non è un problema nuovo ma decennale e l’emergenza sanitaria lo sta soltanto acuendo. Tutte le province del Lazio hanno completato le chiamate per i docenti di sostegno e solo Roma deve farlo entro il 30 settembre”. Per ovviare alle criticitĂ , come assicurato dall’assessore regionale alla Formazione Claudio Di Berardino, sarĂ  istituito un osservatorio per monitorare la situazione e intervenire con maggiore tempestivitĂ . Sebbene la Regione Lazio abbia attivato fin dall’apertura degli istituti scolastici forme di assistenza specifica per i casi piĂą difficili, molte competenze restano ai comuni, come i trasporti, uno dei problemi piĂą delicati del rientro a scuola. Intanto, a macchia di leopardo, si registrano casi di positivitĂ  all’interno di alcuni istituti della regione. Sarebbero 38 i plessi coinvolti, che collocherebbero il Lazio al quarto posto, per diffusione, dietro Lombardia, Emilia Romagna e Toscana. Secondo una specifica ricerca, i casi di contagio sarebbero il 76% tra gli studenti, il 13% tra i docenti e il resto tra gli operatori di supporto. E va avanti il progetto “tamponi rapidi”, in grado di dare risposte in 15 minuti, utilizzati come strumento di screening per avere una visione complessiva della diffusione.

Facebook comments:

puoi commentare qui

aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure puoi fare un trackback dal tuo sito. puoi anche seguire questi commenti via RSS.

puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

questo blog usa Gravatar. per usarlo iscriviti su Gravatar.