Home » dalle aziende

Agli Ifo di Roma un super esperto di polmoni

9 Settembre 2020 nessun commento

L’oncologia medica due dell’Istituto dei tumori Regina Elena di Roma, struttura amministrata dagli  Istituti Fisioterapici Ospitalieri (Ifo), si arricchisce di una nuova professionalitĂ . Si tratta di Federico Cappuzzo, specialista di grande esperienza, anche in ambito internazionale, nel campo dei tumori polmonari. Nato a Palermo nel 1968, si laurea In Medicina e Chirurgia a 24 anni con il massimo dei voti. Dopo la specializzazione, tra Milano, Parigi e gli Usa, dove si perfeziona con i piĂą blasonati esperti, fautori dell’innovazione nelle terapie oncologiche, si trasferisce all’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori di Milano, diventando presto un punto di riferimento per la cura delle neoplasie polmonari, specie per quanto attiene alle terapie innovative. Tale esperienza gli vale la nomina a membro della SocietĂ  di Oncologia Medica italiana, per poi arrivare a quella europea e infine americana. Dal 2004 fa parte della International Association for the study of Lung Cancer (IASLC), l’unica organizzazione globale dedicata allo studio del cancro al polmone. Ha lavorato inoltre alla Humanitas, alla Ausl di Bologna e ha ricoperto incarichi apicali a Livorno e Ravenna, dove ha diretto il dipartimento onco-ematologico della Ausl di Romagna. Arriva all’ospedale di Mostacciano come vincitore di concorso pubblico. “A Ravenna lascio una struttura di eccellenza, con colleghi e compagni di lavoro eccezionali” ha dichiarato lo specialista. “Fare esperienza a Roma per me rappresenta motivo di crescita professionale, soprattutto perchĂ© agli Ifo avrò la possibilitĂ  di coniugare l’attivitĂ  clinica alla ricerca, collaborando con professionisti di altissimo livello”. Accogliendo “un oncologo tra i massimi esperti internazionali nei tumori polmonari”, il direttore generale Francesco Ripa di Meana ha sottolineato “l’importante ruolo nel complessivo rilancio dell’Istituto” che Cappuzzo si appresta a rivestire, considerati “i progetti giĂ  avviati che qui troveranno la loro maturazione”, con la possibilitĂ  “di avviarne ulteriori a livello internazionale in collaborazione con i colleghi romani”, ha dichiarato il neo direttore. Punto nodale della sua attivitĂ  saranno le terapie strategiche e innovative, facilitate dall’impiego di strumenti all’avanguardia e tecnologie digitali.

Facebook comments:

puoi commentare qui

aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure puoi fare un trackback dal tuo sito. puoi anche seguire questi commenti via RSS.

puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

questo blog usa Gravatar. per usarlo iscriviti su Gravatar.