Home » in primo piano

Salute dei migranti: assistenza e formazione

14 gennaio 2019 nessun commento

Bilancio di fine anno della Consulcesi onlus e programmi di aiuto ai soggetti fragili nel mondo            

Si chiama “SanitĂ  di frontiera” il progetto destinato ai medici che assistono i migranti che sbarcano sulle nostre coste. Un impegno di Consulcesi, da tempo attiva nell’aiuto ai soggetti fragili, in particolare bambini di tutto il mondo, specie nella parte dell’emisfero che è in perenni difficoltĂ . Il progetto ha il sostegno della Santa Sede mediante l’Obolo di San Pietro ed è stato illustrato dal presidente Massimo Tortorella direttamente a Papa Francesco. Ideato dai rappresentanti dell’Osservatorio internazionale della salute (OIS), divenuto di recente “SanitĂ  di frontiera – salute senza confini onlus”, il corso di educazione continua in medicina si è subito concentrato sulla salute dei migranti e ha assunto la denominazione “Salute e migrazione: curare e prendersi cura”, che ha ottenuto il patrocinio della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo). Grazie all’apporto di quest’ultima, i medici italiani potranno fruire delle lezioni in modalitĂ  “formazione a distanza”, consentendo agli stessi di non abbandonare le operazioni di soccorso e assistenza nei porti. Molteplici, durante il 2018 sono stati gli impegni di Consulcesi in aiuto agli “ultimi”, riassunti in tre grandi filoni: assistenza sanitaria, impegno sociale, formazione. Un tour continuo dei volontari dall’Asia all’Africa, senza dimenticare i bisognosi dell’Europa, che vivono nelle nostre cittĂ  a pochi passi da noi. Attraverso l’iniziativa “UnitĂ  Mobile”, l’organizzazione ha supportato i bisogni di salute e benessere di migranti che dimorano in alcuni insediamenti ricavati in tendopoli improvvisate a Roma. Analoga iniziativa a Rosarno, in provincia di Reggio Calabria, dove l’UnitĂ  mobile è intervenuta nella tendopoli allestita a San Ferdinando.

Facebook comments:

puoi commentare qui

aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure puoi fare un trackback dal tuo sito. puoi anche seguire questi commenti via RSS.

puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

questo blog usa Gravatar. per usarlo iscriviti su Gravatar.