Home » regione

Punti nascita. Il Lazio “razionalizza”: nuove aperture e vecchie polemiche

6 agosto 2015 nessun commento

san paolo civitavecchiaOspedale di Civitavecchia: sarĂ  un punto di forza nella riorganizzazione dei punti nascita del Lazio. Con l’inaugurazione del nuovo blocco parto, l’Ostetricia Ginecologia e la Pediatria dell’ospedale San Paolo vogliono affermarsi come polo di eccellenza della specialitĂ . Dal 1 agosto ha iniziato la propria attivitĂ  la cosiddetta “isola neonatale” con due sale travaglio, la stanza di osservazione post-partum, un ambiente di preparazione e monitoraggio della gestante e un’area per il personale con accesso separato. C’è perfino un’area spogliatoio e servizio per i papĂ  che desiderano partecipare alle fasi del lieto evento, sempre di piĂą nel nostro Paese. il tutto realizzato con fondi della Regione Lazio e il contributo della Cassa di Risparmio di Civitavecchia, sempre impegnata nel miglioramento delle strutture sanitarie locali. La riorganizzazione del reparto nascite prende l’avvio dalle linee guida del ministero della Salute, che prevedono l’attivitĂ  di ostetricia esclusivamente in ospedali con piĂą di 500 parti annui al fine di garantire maggior sicurezza e, soprattutto, allo scopo di ridurre i costi. Così Civitavecchia ha “fagocitato” la maternitĂ  di Tarquinia, non senza le immancabili polemiche. Analoga situazione sta vivendo l’ospedale di Colleferro, efficiente e ben collegata struttura nella Valle del Sacco, raggiungibile dall’autostrada Roma Napoli. Anche qui il reparto di Ostetricia e Ginecologia, a cui si rivolgevano numerose partorienti della zona, è stato chiuso per andare a potenziare il nosocomio di Palestrina. Dalle statistiche sui nuovi nati dal 6 al 31 luglio, primo mese del nuovo corso, 9 partorienti del reparto sacrificato sono state costrette all’esodo, contro le 12 di Palestrina. E le polemiche nei confronti della scelta della Regione Lazio non si sono fatte attendere.

 

Facebook comments:

puoi commentare qui

aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure puoi fare un trackback dal tuo sito. puoi anche seguire questi commenti via RSS.

puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

questo blog usa Gravatar. per usarlo iscriviti su Gravatar.