Home » Archive

Articles in the in primo piano Category

in primo piano »

[26 Feb 2018 | No Comment | ]
L’Ema non ama Milano

Votata all’Ue la sede per l’European Medicines Agency (Ema), ente poco conosciuto dai cittadini          
Agenzia europea del farmaco, è tutto pronto per il trasferimento ad Amsterdam. Dopo l’estremo, sterile tentativo del Comune di Milano di ricorrere contro tale decisione, ci si avvia verso il voto definitivo dei deputati Ue il 27 febbraio, con la creazione della nuova sede dopo la Brexit. Cosa perde l’Italia? Quale poteva essere il valore aggiunto che tale organismo avrebbe portato al nostro Paese? Nata nel 1997 come ente sovraordinato alle varie agenzie statali, l’Ema gode dei …

in primo piano »

[26 Feb 2018 | No Comment | ]
“Ti racconto il disagio in un film”

Spiraglio Film Festival della Salute Mentale 2018. Dal 4 al 6 maggio il disagio arriva al MAXXI
Il disagio di pochi raccontato al grande pubblico. Ė questo l’intento della rassegna “Spiraglio film festival della salute mentale” che dal 4 al 6 maggio offrirà a Roma, presso il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, la visione di una parte del mondo conosciuta da pochi fino in fondo, per cui spesso domina il pregiudizio ed è lontana ogni possibilità di dialogo con la società. Nata dalla collaborazione tra il dipartimento di Salute …

in primo piano »

[26 Feb 2018 | No Comment | ]
Siglata l’intesa tra Asl Roma 5 e Tdm

Cittadinanzattiva-Tribunale del Malato firma con il dg Quintavalle un protocollo d’intenti
Cittadini e istituzioni insieme per tutelare il diritto alla salute e umanizzare i percorsi di cura. Sottoscritto l’8 febbraio dal segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio Elio Rosati un protocollo di intesa con la direzione generale della Asl Roma 5, “per l’avvio di una nuova stagione di collaborazione fattiva, confronto costante e unità d’intenti”, è scritto in un comunicato congiunto. Tale collaborazione si concretizza in un tavolo permanente, nell’adozione della Carta europea dei diritti del malato e in maggiori spazi destinati …

in primo piano »

[26 Feb 2018 | No Comment | ]
L’ospedale dei Castelli… in aria

Visitato il 22 maggio 2017 da Gentiloni e Zingaretti che ne annunciavano l’imminente apertura
L’apertura dell’ospedale dei Castelli, che in realtà sorge vicino al litorale, avverrà a puntate. Si parla dell’avvio di alcuni reparti nelle prime settimane di marzo e intanto dalla Regione Lazio arrivano altri 24 milioni – di cui 8 destinati alla viabilità – per il completamento delle opere esterne e 4 primari, con la promessa che presto ce ne saranno altri 6. “Mi sembra di tornare a decenni fa, quando mia zia comprò una lavatrice senza che le …

in primo piano »

[29 Gen 2018 | No Comment | ]
La cittadella dei servizi di Viterbo

L’assistenza sanitaria in un unico complesso. Aperto il nuovo consultorio e i percorsi donna
E’ una vera e propria cittadella della salute con servizi per i residenti e facilità di accesso alle cure. A Viterbo la sanità vede riuniti nello stesso complesso l’Ambufest – studio medico aperto nei fine settimana – il poliambulatorio, la medicina legale, il centro diabetologico, la farmacia, la direzione del distretto, il Punto unico di accesso e il Cup. Qui sono anche gli uffici per i disabili, la neuropsichiatria infantile ma l’ultima novità è costituita dal consultorio …

in primo piano »

[29 Gen 2018 | No Comment | ]
Attese in pronto soccorso, il dramma del Lazio

Denuncia dell’Usb che punta l’indice contro il taglio dei posti letto e la carenza di personale
Soste forzate in pronto soccorso, un problema per i lavoratori dell’emergenza. L’allarme viene dalla Unione sindacale di base (Usb), che da anni chiede un risanamento di tutta la rete assistenziale con l’assunzione del personale in pronto soccorso, nel 118 e negli ospedali pubblici. Non solo, il sindacato si batte affinché la tanto sbandierata assistenza territoriale sia realmente potenziata, dopo i tagli e le riduzioni di servizi degli ultimi anni. “è enorme la responsabilità che grava …

in primo piano »

[29 Gen 2018 | No Comment | ]
Sulla salute si vince o si perde la Regione

Il 4 marzo si sceglie chi governerà il Lazio nei prossimi 5 anni. Qui la sanità è argomento decisivo
Verso il voto di marzo anche nel Lazio. Qui, al contrario della campagna per le politiche, la sanità assume il ruolo principale nel confronto elettorale. Un segnale forte lo dà il presidente uscente Nicola Zingaretti, che candida nella sua lista civica un nome conosciuto in tale ambito: Carlo Picozza (nella foto), giornalista e voce – spesso anche critica – del quotidiano “La Repubblica”, sempre in primo piano nel racconto di carenze o …

in primo piano »

[29 Gen 2018 | No Comment | ]
“Sanità? Nessuno ne capisce abbastanza”

Il parere di Beatrice Lorenzin sui nodi irrisolti del servizio sanitario in una intervista a La7
“Di sanità si parla poco, in campagna elettorale, perché nessuno la capisce”. è questa la risposta che Beatrice Lorenzin – diploma di maturità classica, ministro della Salute dal 2013 – ha fornito ad Andrea Pancani, conduttore del programma “Coffee break” su La7 in una recente intervista. Non possiamo che condividere l’affermazione, specie se rivolta ai presunti esperti che hanno preteso di governare la sanità in questi anni di disintegrazione del servizio. Alla competente Lorenzin suggeriamo …

in primo piano »

[18 Dic 2017 | No Comment | ]
Bond e Rating: la qualità della Regione Lazio

Standard &Poor’s, Moody’s e Fitch, principali aziende del ramo analizzano i conti regionali
L’obbligazione (bond in inglese) è un titolo di debito emesso da società o enti pubblici che dà diritto al rimborso del capitale prestato alla scadenza, più gli interessi. Scopo dell’emissione obbligazionaria è il reperimento di liquidità: è una forma di investimento a rischio finanziario. L’interesse sulla somma prestata, corrisposto periodicamente è detto cedola, ricordando una modalità di restituzione che avveniva nel passato. Se l’emittente non paga una cedola, il singolo obbligazionista può presentare istanza di fallimento. La solvibilità …

in primo piano »

[18 Dic 2017 | No Comment | ]
Abbattere le attese si può, ma non si sa

In caso di lunghe attese un decreto del 1998 consente prestazioni in privato pagando solo il ticket
Sanità: il problema non sono le lunghe attese per visite ed esami. O meglio, non dovrebbero esserlo dal 1998 ma nessuno lo sa. Con il decreto 124 del 29 aprile di quell’anno “Ridefinizione del sistema di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie e del regime delle esenzioni”, si sanciva il primato del diritto alla salute sui ritardi provocati dal cosiddetto “aziendalismo sanitario”, causa di attese bibliche, agende bloccate, servizi a scartamento ridotto. L’articolo 3 …