14 Gen 2019 | nessun commento |
Malasanità in uno spot ed è bufera

Intervento del ministro Giulia Grillo, l’Ordine dei medici incontra il Consiglio forense il giorno 16
“A tutti può capitare di sbagliare e purtroppo accade anche negli ospedali…”. Le parole pronunciate da Enrica Bonaccorti, in uno spot ripetuto ossessivamente nel mese di dicembre sulle reti Rai e Mediaset hanno scatenato la bufera. Immediata la risposta dei medici, che reputano il messaggio pubblicitario fuorviante e rischioso, contrario alla dignità della professione. Sotto accusa la società di Treviso che fornisce in tv e in radio indicazioni per le richieste di risarcimento. “Errori medici, no …

leggi tutto l'editoriale »

regione »

[4 Feb 2019 | nessun commento | ]
Cure immediate e gratuite ai richiedenti protezione internazionale. Coordina la Asl Roma 1

Assistenza a tutto tondo, senza ticket né liste di attesa. Ė il progetto Icare “Integration and aommunity care for asylum and refugees in emergency”, finanziato con 9milioni dalla Ue in 5 regioni italiane: Liguria, Toscana, Lazio e Sicilia con l’Emilia Romagna a fare da capofila. Si tratta, in sintesi, della “Presa in carico e percorsi integrati di assistenza territoriale per soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità sanitaria quali abusi, violenza sessuale, mutilazioni genitali, malattie sessualmente trasmissibili, positività HIV. E ancora, aiuti nel percorso nascita, disturbo post traumatico o disturbo psichico”. …

leggi tutto l'articolo »

regione »

[4 Feb 2019 | nessun commento | ]
Consultori, le donne si organizzano e la Regione apre al dialogo. Incontro il 14 febbraio

Sit-in delle donne, il 31 gennaio alla Regione Lazio per la “vertenza consultori”. E si apre uno spiraglio. Convocato il 14 febbraio un tavolo di lavoro con cui si avvierà il confronto tra i comitati in lotta, i vertici regionali e i direttori Asl. La trattativa dovrebbe portare a riconsiderare quanto previsto da un decreto regionale del 2014, ponendo in primo piano il ruolo istituzionale di tali strutture e la loro riorganizzazione. I consultori, per legge, dovrebbero essere uno ogni 20mila abitanti ma la realtà regionale è molto diversa.
Pochi e …

leggi tutto l'articolo »

governo »

[4 Feb 2019 | nessun commento | ]
Non solo Policlinico: Bartolazzi, sottosegretario alla Salute, visita l’Angelucci di Subiaco

Da Roma alla provincia. Un’azione ad ampio raggio quella del ministero della Salute che, in contemporanea alla visita di Giulia Grillo al policlinico Umberto di Roma, invia il sottosegretario Armando Bartolazzi all’ospedale Angelucci di Subiaco e alla Rems (residenza per che sostituisce gli ospedali psichiatrico-giudiziari chiusi) afferente alla stessa struttura. Criticala situazione trovata in pronto soccorso: affollamento, pazienti in attesa di un posto letto, personale stremato per le condizioni di disagio lavorativo. L’ospedale, amministrato dalla Asl Roma G, è al centro del distretto 4 che conta molti comuni, con una …

leggi tutto l'articolo »

governo »

[4 Feb 2019 | nessun commento | ]
Blitz al pronto soccorso dell’Umberto I, secondo la Regione “il ministro non può farlo”

La visita a sorpresa di Giulia Grillo, ministro della Salute che il primo febbraio – accompagnata da due deputati m5s e un portavoce regionale – è andata nel pronto soccorso del più grande policlinico del Lazio, ha acceso lo scontro politico con un prevedibile “botta e risposta” tra dicastero e regione. L’insostenibile situazione di sovraffollamento e disorganizzazione dei reparti di emergenza della regioneè nota da tempo eil ministro, pur esprimendo parole di apprezzamento per medici e infermieri del reparto “per la qualità professionale e lo spirito di dedizione”, ha rilevato …

leggi tutto l'articolo »

regione »

[28 Gen 2019 | nessun commento | ]
La Regione approva il Piano sociale, 656 milioni e il “caregiver” nelle famiglie con disabili

Atteso dal 2000, finalmente vede la luce il “Piano sociale regionale”. Alla Pisana è partita nel 2013 la lunga preparazione di una normativa fondata sulla legge nazionale 328 del 2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. Dopo più di cento audizioni di categorie, operatori, associazioni, esperti, forze sociali, si è arrivati alla votazione in Consiglio regionale il 24 gennaio scorso e la proposta di delibera consiliare numero 12 del 4 giugno 2018 è stata licenziata senza voti contrari, con l’astensione delle forze di opposizione. “Questo piano …

leggi tutto l'articolo »